Perchè questo blog

 Cari Amici,

questo blog nasce per dare qualche suggerimento a coloro che si avvicinano per la prima volta alla Cucina Naturale.

Nel 2002 ho iniziato a seguire, per questioni ambientali ed etiche, una cucina Vegetariana. All’inizio ho avuto tantissime difficoltà perchè non conoscevo le proprietà degli ingredienti, ignoravo l’esistenza di tanti prodotti e non sapevo come approcciare la nuova cucina tra i fornelli.

Ho scoperto poi la stretta relazione tra cibo e salute e ho iniziato a leggere libri sulla nutrizione alla ricerca della dieta che potesse risolvere tutti i problemi di salute.

 Solo dopo molto tempo mi sono resa conto che molte malattie sono causate da un eccesso di alimenti dannosi e di cattiva qualità e dal groviglio di pensieri negativi in cui imprigioniamo la nostra mente.

Ho iniziato a cucinare eliminando i prodotti nocivi e privilegiando quelli provenienti da coltivazioni biologiche. Nel frattempo ho conosciuto la Macrobiotica e ho cominciato a frequentare delle Associazioni che lavorano tutti i giorni per divulgare informazioni sull’importanza del cibo.

Ho finalmente abbondonato l’inutile ricerca della dieta perfetta comprendendo che l’ingrediente magico, oltre l’amore per il cibo, è l’equilibrio.

 Per quanto riguarda il groviglio di pensieri negativi, continuo ad essere alle prime tappe di un faticoso e imbarazzante percorso, attraverso il quale, con timidezza e fatica, cerco di sgretolare convinzioni, certezze e paure radicate profondamente nella mia mente.

Ma per fortuna la nostra mente è versatile come il tofu: prende il gusto degli alimenti con cui viene cucinato. Il tofu può insaporirsi di broccolo, di lenticchia o di cipolla.  Allo stesso modo, bollendo la mente con pensieri negativi diventa triste, arrabbiata, maliziosa e burbera, ma se la saltiamo a fuoco vivo con pensieri positivi, ecco che ci ritroviamo in testa allegria e buon umore!

 E quindi? Proviamo ad eliminare gli eccessi: non solo quelli legati agli alimenti nocivi, ma facciamo attenzione ai nemici che astutamente intrappolano la nostra mente in una fitta rete di false convinzioni. Abbandoniamo l’arroganza, l’invidia, l’intransigenza e alimentiamo i pensieri positivi, l’amore e il perdono.

Per finire,  in cucina prestiamo attenzione alle etichette e ai prodotti che utilizziamo, ma di tanto in tanto, concediamoci qualche strappo alla regola e ritroviamoci intorno ad una ricca tavola e del buon vino e riequilibriamo il tutto con l’allegria di tanti amici e parenti!

Buona appetito a tutti …

Lydia